Il gigante egoista

dal racconto di Oscar Wilde
regia di Antonio Tancredi
con Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta
scene e costumi di Valentina Albino
assistente scenografa Francesca Smith
sartoria a cura di Francesca Bombace
musiche Claudia Pisani
foto di scena di Massimo Ferrando
Compagnia Cattivi Maestri

Un tempo, un tempo lontano,
abitava la terra il popolo dei giganti.
I giganti avevano mani grandi,
piedi grandi, denti grandi,
occhi grandi.
Erano così grandi
che non si accorgevano
di quelli che giganti non erano,
troppo piccoli ai loro occhi.
Erano così grandi
che non sentivano nemmeno gli “Ahiiii!”
di quegli esseri piccoli
che vivevano accanto a loro
e che ogni tanto schiacciavano.
Non è che lo facessero apposta,
solo non riuscivano a vedere
oltre il loro grande naso.
A quel tempo viveva il gigante
della nostra storia…

ma siamo proprio sicuri che i giganti non esistano più? Il nostro è un gigante speciale, egoista, che ama il suo giardino sopra ogni cosa e non sopporta che qualcuno lo possa rovinare. Ma vivere significa usare, scalfire e a volte sciupare. Il nostro gigante si accorge che la solitudine è gelo, che i bambini sono calore e che se desideri che i tuoi fiori sboccino devi permettere che siano accarezzati e, a volte, calpestati. Il nostro gigante capisce tutto questo grazie all’amore dei bambini, che desiderano essere ascoltati da lui, amano giocare insieme a lui, lo cercano, si affezionano e non lo lasciano mai in pace, come fanno tutti i bambini del mondo con i loro giganti.
Due attrici/narratrici, attraverso l’utilizzo di pupazzi e oggetti, ci raccontano una delle storie più emozionanti di Oscar Wilde con la leggerezza di due vagabondi che il tempo porta in giro. Le musiche originali sono state composte e suonate al piano da Claudia Pisani, la scenografia di Valentina Albino crea oggetti magici e trasformisti, la regia di Antonio Tancredi mette in luce la poesia che ha reso questa favola eterna.
Lo spettacolo affronta il tema molto attuale della difficoltà a relazionarsi con gli altri e porta a riflettere sulla necessità di aprirsi all’altro in un tempo in cui ci troviamo sempre più spesso di fronte a fenomeni di isolamento ed esclusione.

E sono proprio i bambini ad insegnare al gigante queste abilità così importanti.

 

INGRESSO GRATUITO RISERVATO ALLE SCUOLE PRIMARIE PREVIO PRENOTAZIONE

INFO E PRENOTAZIONI
Teatro dell’Ortica
mail organizzazione@teatrortica.it
Tel. 353.4289366 (chiamate e whatsapp) Lun – ven ore 10-13 e 13.30-15.30

The event is finished.

Data

Mag 06 2022
Expired!

Ora

10:00 am - 11:00 pm

Etichette

Riservato alle scuole,
Spettacoli & Extra
Palco Esterno

Luogo

Palco Esterno
Genova, Villa Bombrini